ITALIANO  
ENGLISH  
banner
Newsletter: Iscriviti

Inserisci il tuo indirizzo email
per ricevere gli ultimi aggiornamenti.
Cerca
 
PRINCIPALE
Home
Visite Guidate ed Escursioni
Proposte week-end ...e non solo
Statuto Pro Loco
Attività Pro Loco Archivio
Dedicato ai Soci
Dona il 5 x 1000 all'' Associazione Pro loco Gaeta
INFORMAZIONI
Storia
Tradizioni
Enogastronomia
Monumenti - Musei
Le Chiese di Gaeta
Santuario Montagna Spaccata
L''Arcidiocesi
Parco Reg. M.Orlando
Infopoint Pro Loco Gaeta: orari di apertura al pubblico
Premio Cajeta
CONVENZIONI
Dove Dormire
Dove Mangiare
Servizi in convenzione
Spiagge
TURISMO
Visita Gaeta
E se la meta fosse Gaeta?
Eventi
Notizie
APERTURE MONUMENTI
Luminarie Gaeta - "Gaeta si illumina con Favole di Luce"
Info Parcheggi e ZTL Gaeta S. Erasmo


FURENTI TROPICI: DIM SAMPAIO TRA SEGNI E COLORI IN TEMPESTA


Mostra d'arte presso la Pinacoteca Comunale di Gaeta dal 5 marzo al 10 aprile 2016



La suggestiva Pinacoteca Comunale di Gaeta ospita l’antologica “Furenti Tropici. Dim Sampaio tra segni e colori in tempesta” curata da Pietro Bellasi e Alessandro Sarteanesi, dal 5 marzo al 10 aprile.

I lavori esposti, realizzati con differenti tecniche, da acrilici a inchiostri, da oli a pastelli, da smalti a catrame e in prevalenza di grandi dimensioni come Ordine e Ferocia di cm 250×350 o Corpi di cm 135×335, esprimono la forza e l’energia creativa che contraddistinguono l’artista brasiliano, italiano d’adozione. In Sampaio ad elementi caratteristici dell’espressionismo europeo si uniscono tratti enigmatici, carismatici, primitivi che si legano a tradizioni magiche precolombiane del suo paese d’origine. I colori sgargianti, l’importanza del gesto pittorico emergono dalle tele con impasti eruttivi, segni, macchie, spruzzi che mettono in evidenza la vitalità e la violenza della sua arte.

L’indiscutibile originalità artistica è così descritta dal curatore Pietro Bellasi: “Per la pittura di Dim Sampaio gli storici dell’arte, con la consueta nevrosi e protervia classificatoria, potranno parlare di ‘espressionismo estremo’ e anche di fauvismo, come di ‘atmosfere Cobra'; e poi anche di Art brut, di Dubuffet, di Pop, di Graffitismo e di Basquiat. Magari tutto anche assai plausibile, ma che rischia di affievolire l’essenziale, ciò che rende la pittura di Sampaio di un’originalità e novità virulenta e sorprendente; appunto la sua qualità di un’immediatezza poetica ‘homeless’, di una esplosione creativa che sconnette e disloca tante categorie consolidate”.

La mostra, patrocinata dalla regione Lazio, dalla Provincia di Latina, dal Comune di Gaeta e dall’Ambasciata del Brasile, organizzata da Magonza Editore e promossa dalla Pinacoteca di Gaeta, offre al pubblico un corpus di 50 opere realizzate da Dim Sampaio fra il 2003 e il 2015 fra cui numerosi inediti.

Accomapagna la mostra un catalogo di Magonza Editore.

Cenni biografici

Dim Sampaio nasce nel 1975 in un piccolo villaggio del Brasile, nello Stato federale del Piauì.

Fin da bambino, mostra interesse per il disegno e a tredici anni realizza alcune vignette satiriche per alcuni quotidiani locali; da queste nasce la prima rivista di satira politica nella storia del Piauì, che presto chiuderà a causa di pesanti minacce.
Contemporaneamente coltiva un forte interesse per la pittura cui si dedica costantemente.

Intraprende il corso di educazione artistica presso l’Università federale del Piauì, dove frequenta le lezioni di Afranio Pessoa, considerato uno dei più importanti pittori del Nord-Est brasiliano, che immediatamente gli offre il posto di tutor nella sua classe. In questo stesso periodo tiene piccole mostre e inizia a insegnare presso alcune scuole medie di Teresina, ai bambini di strada e delle favelas.

Conseguita la laurea, ottiene una borsa di studio di un anno presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo, dove frequenta le lezioni di Marcello Faletra che lo nomina coordinatore di un ciclo di seminari sull’arte, la poesia e la filosofia dal titolo Lezioni siciliane.
Dal 1999 Dim Sampaio vive e lavora a Bologna. Nel 2001 tiene la sua prima grande mostra personale a Gubbio. Nel 2003 è ospite speciale alla Biennale d’arte contemporanea del Cairo e nel 2006 è selezionato da Philippe Daverio per una collettiva organizzata dalla Fondazione Carisbo a Bologna. Nello stesso anno inizia la collaborazione con Grossetti Arte Contemporanea di Milano. Realizza successivamente numerose personali e collettive e partecipa ad Arte Fiera di Bologna e al Miart di Milano.

Coordinate mostra
Titolo Furenti Tropici. Dim Sampaio tra segni e colori in tempesta
A cura di Pietro Bellasi e Alessandro Sarteanesi
Sede Pinacoteca Comunale di Gaeta – Palazzo San Giacomo. Ingresso Via De Lieto 2, Gaeta
Date 5 marzo – 10 aprile 2016
Inaugurazione venerdì 4 marzo, ore 18.30
Orari
MARZO ven ore 16 – 19; sab ore 11-13 e 16 – 19; dom e festivi ore 11 – 13 e 16 – 19
APRILE ven ore 17 – 20; sab ore 11-13 e 17 – 20; dom e festivi ore 11 – 13 e 17 – 20
E’ possibile la visita in altri orari per gruppi e scolaresche previa prenotazione contattando
i seguenti numeri: 339 – 2776173 o 0771 – 466346
Ingresso € 5,00 – ingresso gratuito per giornalisti con tessera e minori di anni 10
Catalogo Magonza Editore – www.magonzaeditore.it
Info pubblico tel. 0771 466346 – www.pinacotecagaeta.it



banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
Unione Nazionale
Pro Loco d'Italia

Gaeta
Bandiera Blu


  © Copyright 2009 PRO LOCO GAETA, sede legale Via Firenze, n. 2 - 04024 Gaeta (LT) - C.F.90044050590 - PARTITA IVA: 02743060598
    Informazioni Turistiche: P.zza Traniello, 18 – Cell. 320.0380413
  powered by Internet Evolution