ITALIANO  
ENGLISH  
banner
Newsletter: Iscriviti

Inserisci il tuo indirizzo email
per ricevere gli ultimi aggiornamenti.
Cerca
 
PRINCIPALE
Home
Visite Guidate ed Escursioni
Proposte week-end ...e non solo
Statuto Pro Loco
Attività Pro Loco Archivio
Dedicato ai Soci
Dona il 5 x 1000 all'' Associazione Pro loco Gaeta
INFORMAZIONI
Storia
Tradizioni
Enogastronomia
Monumenti - Musei
Le Chiese di Gaeta
Santuario Montagna Spaccata
L''Arcidiocesi
Parco Reg. M.Orlando
Infopoint Pro Loco Gaeta: orari di apertura al pubblico
Premio Cajeta
CONVENZIONI
Dove Dormire
Dove Mangiare
Servizi in convenzione
Spiagge
TURISMO
Visita Gaeta
E se la meta fosse Gaeta?
Eventi
Notizie
APERTURE MONUMENTI
Luminarie Gaeta - "Gaeta si illumina con Favole di Luce"
Info Parcheggi e ZTL Gaeta S. Erasmo


“L’Occhio di Bernari”, la mostra sulla vita popolare nella Napoli del dopoguerra


Museo del Centro Storico Culturale " in mostra fino a fine ottobre 2016



“L’Occhio di Bernari”, la mostra sulla vita popolare nella Napoli del dopoguerra.
Museo del Centro Storico Culturale "inaugurazione mercoledì 3 agosto
ore 19:00

Al Museo del Centro Storico Culturale "Gaeta", presso il Palazzo della Cultura di Gaeta, da mercoledì 3 agosto p.v."L'Occhio di Bernari ...istantanee di Cultura e vita popolare nella Napoli del dopoguerra ". Mostra rievocativa della vasta produzione di Carlo Bernari, giornalista, scrittore, reporter di guerra nella secondo conflitto mondiale, napoletano d'origine, ma gaetano d'adozione.

Il suo primo romanzo "Tre operai", pubblicato nei primissimi anni trenta, durante una parentesi di vita militare, gli assicurò la fama ed ha segnato un momento non dimenticato nella storia della letteratura italiana del '900.

Finita la guerra vinse il Premio Viareggio con il romanzo "Speranzella", ispirato alla vita popolare dei quartieri spagnoli di Napoli, durante l'occupazione degli americani.

Dopo alcuni viaggi in Cina e negli Stati Uniti che hanno ispirato i suoi lavori, ha soggiornato diversi anni a Gaeta, dove scrisse diversi saggi e romanzi, tanto da meritare la cittadinanza onoraria, il 13 ottobre 1979, giorno del suo 70° compleanno. Nella cittadina del Golfo frequentò ambienti culturali, interessandosi d'arte e di storia. Amò la vita del popolo gaetano, mostrandosi molto attento verso i suoi costumi e le sue consuetudini. Decantò Serapo, la sua spiaggia e la collina di Fontania. Studiò la vita dei pescatori imparandone gli usi. Alla sua morte, avvenuta a Roma il 22 ottobre 1992, volle che le sue ceneri venissero deposte in un "fornetto" tra le tombe dei più umili nel cimitero di Gaeta.

Bernari fu anche sceneggiatore cinematografico, regista, critico d'arte e fotografo. A quest'ultima passione appartengono le istantanee scattate negli anni '50 nella Napoli del dopoguerra che saranno esposte presso il Centro Storico Culturale Gaeta a partire dal 3 agosto fino ad ottobre. L'esposizione vuole rendere omaggio all'illustre concittadino onorario, offrendo a turisti e residenti di Gaeta, una rivisitazione degli aspetti più autentici della vita paesana che a Napoli è senza tempo e che dal Golfo non molto lontana.

La mostra resterà aperta fino ad ottobre con orario:
tutti i giorni dalle 15:30 alle 20:00



banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
Unione Nazionale
Pro Loco d'Italia

Gaeta
Bandiera Blu


  © Copyright 2009 PRO LOCO GAETA, sede legale Via Firenze, n. 2 - 04024 Gaeta (LT) - C.F.90044050590 - PARTITA IVA: 02743060598
    Informazioni Turistiche: P.zza Traniello, 18 – Cell. 320.0380413
  powered by Internet Evolution