ITALIANO  
ENGLISH  
banner
Newsletter: Iscriviti

Inserisci il tuo indirizzo email
per ricevere gli ultimi aggiornamenti.
Cerca
 
PRINCIPALE
Home
Visite Guidate ed Escursioni
Proposte week-end ...e non solo
Statuto Pro Loco
Attività Pro Loco Archivio
Dedicato ai Soci
Dona il 5 x 1000 all'' Associazione Pro loco Gaeta
INFORMAZIONI
Storia
Tradizioni
Enogastronomia
Monumenti - Musei
Le Chiese di Gaeta
Santuario Montagna Spaccata
L''Arcidiocesi
Parco Reg. M.Orlando
Infopoint Pro Loco Gaeta: orari di apertura al pubblico
Premio Cajeta
Ordinanza Balneare 2021
CONVENZIONI
Dove Dormire
Dove Mangiare
Servizi in convenzione
Spiagge
Ristoranti in convenzione GAETA SI ILLUMINA CON FAVOLE DI LUCE
TURISMO
Visita Gaeta
E se la meta fosse Gaeta?
Eventi
Notizie
APERTURE MONUMENTI
Info Parcheggi e ZTL Gaeta S. Erasmo


C'era una volta



C'era una volta Gaeta... mito, leggenda, bellezza
Boccaccio scrisse che "la marina da Reggio a Gaeta è la più dilettevole parte d'Italia".
Per la sua bellezza i poeti l'hanno rivestita di leggende. Così Virgilio fa approdare Enea, reduce da Troia, proprio a Gaeta. Tra il mare, la roccia, il verde dei colli, Gaeta è lo scrigno in cui natura, storia, arte hanno depositato i loro tesori.
La catena montuosa che da Minturno volge a ridosso di Gaeta termina a Terracina; è detta degli Aurunci nel primo tratto che va da Minturno alla valle di Pico; nel secondo tratto, che va da Fondi a Terracina, prende nome di catena degli Ausoni. A Terracina gli Ausoni precipitano in mare e sbarrano il passaggio tra Lazio e Campania. A colpi di scalpello e piccone fu aperto un taglio nel Pisco Montano per far passare la strada da Terracina a Gaeta. Prima, per passare dalla pianura pontina a Fondi bisognava salire sul colle S. Angelo e poi ridiscendere.
Sotto Monte S. Biagio, sulla Via Appia, c'è un rudere romano su cui il vicere di Napoli Don Parafan de Ribera duca d'Alcalà de los Gonzales fece incidere: "hic sunt fines Regni Neapolitani" aggiungendo: "se vieni da amico, troverai tranquillità e buone leggi".
Ci si ferma a pensare quando si giunge al giorno della partenza... e si lascia questa "dilettevole parte d'Italia", anche se il suo fascino è rovinato dalle folle dei vacanzieri, dal rapido spostarsi e fermarsi di automobili, da un "mordi e fuggi" che travolge... ne rimane sempre un pieno ricordo...



banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
Unione Nazionale
Pro Loco d'Italia

Gaeta
Bandiera Blu


  © Copyright 2009 PRO LOCO GAETA, sede legale Via Firenze, n. 2 - 04024 Gaeta (LT) - C.F.90044050590 - PARTITA IVA: 02743060598
    Informazioni Turistiche: P.zza Traniello, 18 – Cell. 320.0380413
  powered by Internet Evolution