ITALIANO  
ENGLISH  
banner
Newsletter: Iscriviti

Inserisci il tuo indirizzo email
per ricevere gli ultimi aggiornamenti.
Cerca
 
PRINCIPALE
Home
Visite Guidate ed Escursioni
Proposte week-end ...e non solo
Statuto Pro Loco
Attività Pro Loco Archivio
Dedicato ai Soci
Dona il 5 x 1000 all'' Associazione Pro loco Gaeta
INFORMAZIONI
Storia
Tradizioni
Enogastronomia
Monumenti - Musei
Le Chiese di Gaeta
Santuario Montagna Spaccata
L''Arcidiocesi
Parco Reg. M.Orlando
Infopoint Pro Loco Gaeta: orari di apertura al pubblico
Premio Cajeta
CONVENZIONI
Dove Dormire
Dove Mangiare
Servizi in convenzione
Spiagge
TURISMO
Visita Gaeta
E se la meta fosse Gaeta?
Eventi
Notizie
APERTURE MONUMENTI
Luminarie Gaeta 2017/18 - "Gaeta si illumina con Favole di Luce"
Info Parcheggi e ZTL Gaeta S. Erasmo


C'era una volta



C'era una volta Gaeta... mito, leggenda, bellezza
Boccaccio scrisse che "la marina da Reggio a Gaeta è la più dilettevole parte d'Italia".
Per la sua bellezza i poeti l'hanno rivestita di leggende. Così Virgilio fa approdare Enea, reduce da Troia, proprio a Gaeta. Tra il mare, la roccia, il verde dei colli, Gaeta è lo scrigno in cui natura, storia, arte hanno depositato i loro tesori.
La catena montuosa che da Minturno volge a ridosso di Gaeta termina a Terracina; è detta degli Aurunci nel primo tratto che va da Minturno alla valle di Pico; nel secondo tratto, che va da Fondi a Terracina, prende nome di catena degli Ausoni. A Terracina gli Ausoni precipitano in mare e sbarrano il passaggio tra Lazio e Campania. A colpi di scalpello e piccone fu aperto un taglio nel Pisco Montano per far passare la strada da Terracina a Gaeta. Prima, per passare dalla pianura pontina a Fondi bisognava salire sul colle S. Angelo e poi ridiscendere.
Sotto Monte S. Biagio, sulla Via Appia, c'è un rudere romano su cui il vicere di Napoli Don Parafan de Ribera duca d'Alcalà de los Gonzales fece incidere: "hic sunt fines Regni Neapolitani" aggiungendo: "se vieni da amico, troverai tranquillità e buone leggi".
Ci si ferma a pensare quando si giunge al giorno della partenza... e si lascia questa "dilettevole parte d'Italia", anche se il suo fascino è rovinato dalle folle dei vacanzieri, dal rapido spostarsi e fermarsi di automobili, da un "mordi e fuggi" che travolge... ne rimane sempre un pieno ricordo...



banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
Unione Nazionale
Pro Loco d'Italia

Gaeta
Bandiera Blu


  © Copyright 2009 PRO LOCO GAETA, sede legale Via Firenze, n. 2 - 04024 Gaeta (LT) - C.F.90044050590 - PARTITA IVA: 02743060598
    Informazioni Turistiche: P.zza Traniello, 18 – Cell. 320.0380413
  powered by Internet Evolution