ITALIANO  
ENGLISH  
banner
Newsletter: Iscriviti

Inserisci il tuo indirizzo email
per ricevere gli ultimi aggiornamenti.
Cerca
 
PRINCIPALE
Home
Visite Guidate ed Escursioni
Proposte week-end ...e non solo
Statuto Pro Loco
Attività Pro Loco Archivio
Dedicato ai Soci
Dona il 5 x 1000 all'' Associazione Pro loco Gaeta
INFORMAZIONI
Storia
Tradizioni
Enogastronomia
Monumenti - Musei
Le Chiese di Gaeta
Santuario Montagna Spaccata
L''Arcidiocesi
Parco Reg. M.Orlando
Infopoint Pro Loco Gaeta: orari di apertura al pubblico
Premio Cajeta
CONVENZIONI
Dove Dormire
Dove Mangiare
Servizi in convenzione
Spiagge
TURISMO
Visita Gaeta
E se la meta fosse Gaeta?
Eventi
Notizie
APERTURE MONUMENTI
Luminarie Gaeta 2017/18 - "Gaeta si illumina con Favole di Luce"


Chiesa S. Maria della Sorresca




sec. XVI (origine); assetto attuale sec. XVII; facciata sec. XIX
La chiesa ha una forma ottagonale con ingresso da uno dei lati su cui insiste la cantoria. L'altare maggiore del sec. XVII è di pregevole fattura ed è opera dello scultore napoletano Dionisio Lazzari. Fino a non molti anni fa su di esso era incastonata l'icona della Madonna della Sorresca, ora custodita nello Stabilimento dell'Annunziata, che ne amministra i beni. Sulla destra vi è un vano adibito a sacrestia che dà accesso alla cantoria e al campanile. La facciata, rimaneggiata a metà dell'800, nel corso dei lavori di ampliamento di via Duomo, presenta un ampio portale con scala di accesso all'aula ottagonale e una monofora sovrapposta ad esso incorniciata da un timpano triangolare. Il campanile affianca la facciata ed incorpora anch'esso una monofora e diviene parte del fronte principale. La torre campanaria, a pianta quadrata, è costituita da archetti a tutto sesto e culminante a cupola emisferica.

Il piccolo edificio sorse per suffragio popolare in onore della Vergine nel luogo in cui, nel '500, vi era un magazzino della famiglia Albito di Gaeta, nel quale si custodiva un quadro della Madonna ritenuto miracoloso. In questo deposito, prima della vendita, veniva conservato in barili di legno la "sorra", ossia la pancia del tonno salata. Da qui la denominazione di "Madonna della Sorresca", anticamente festeggiata il 16 aprile di ogni anno. Attualmente la chiesa è chiusa al culto, anche se viene aperta periodicamente per manifestazioni culturali.

La chiesa, è posta nell'angolo di piazza Traniello con facciata su via Duomo e sui due lati tra vicolo della Sorresca e la Salita degli Albito. Alle spalle dell'edificio vi sono resti archeologici
La chiesa ha subito nella metà dell'Ottocento un radicale restauro con la costruzione della nuova facciata seguendo l'allineamento alla nuova via Duomo. Altri interventi furono eseguiti negli anni '50 del Novecento e negli anni '80 con il restauro del campanile e della cupola, quest'ultima salvata dalle infiltrazioni d'acqua piovana.



banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
banner
Unione Nazionale
Pro Loco d'Italia

Gaeta
Bandiera Blu


  © Copyright 2009 PRO LOCO GAETA, sede legale Via Firenze, n. 2 - 04024 Gaeta (LT) - C.F.90044050590 - PARTITA IVA: 02743060598
    Informazioni Turistiche: P.zza Traniello, 18 – Cell. 320.0380413
  powered by Internet Evolution